Superbonus 110%: Schema Procedurale da Scaricare

Superbonus 110% schema procedurale

Ho preparato un diagramma di flusso che rappresenta una procedura per la progettazione e verifica volta alla riqualificazione energetica di edifici esistenti con l’obiettivo di usufruire del superbonus 110%.

Fammi sapere nei commenti cosa cambieresti o aggiungeresti!

Oltre 45.000 professionisti fanno già parte della community di Naturalnzeb.it

ENTRA ANCHE TU, SCARICA I TOOLS DI CALCOLO GRATUITI E RISERVATI DEI VANTAGGI SUI PROSSIMI CORSI IN USCITA!

Inserisci Nome e Email qui sotto e accedi subito gratis

Articoli Correlati

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Grazie dello schema.
    Il corso è molto interessante, anche perchè ho seguito diversi altri corsi dei relatori

  2. Grande! Stavo cercando di crearlo anch’io ma mi hai preceduto

  3. Buonasera,
    nel caso di efficientamento energetico dei condomini credo sia opportuno anticipare la diagnosi energetica alla fase preliminare subito dopo il rilievo del fabbricato, in modo da poter verificare la possibilità di raggiugere l’obiettivo del salto di due classi. Naturalmente per l’espletamento della fase preliminare di verifica dei requisiti potrà essere richiesto un compenso, seppur conenuto, che potrà essere liquidato subito nel caso il committente decidesse di non procedere , oppure potrà rientrare nella cifra complessiva nel caso cotrario.

  4. Buongiorno, schema chiarissimo, ma devo osservare che nei casi rali spesso si antepone la verifica sulla raggiungibilità dei requisiti richiesti (analisi energetica) rispetto alle verifiche di conformità urbanistica e catastale. Grazie mille

  5. Grazie! Ottimo lavoro, come sempre!
    Peccato che sia tutto così complicato 🙄

  6. lo schema è preciso, chiaro e leggibile, un punto che ritengo meriti un approfondimento è relativo al verbale della assemblea di condominio, in quanto nel mandato assembleare è opportuno che non sia la maggioranza ma tutti i condomini, debitamente informati, ad approvare quanto deciso.
    Uno contrario potrebbe fare ricorso e si corre il rischio di annullamento dell’atto autorizzativo.